Qualità

QUALITÀ TOTALE

Ogni radiatore FARAL è il risultato di uno sforzo tecnologico che concilia estetica e prestazioni. Tecnica evoluta, affidabilità e lavorazioni completamente automatizzate si affiancano quotidianamente all’occhio dei nostri esperti in uno stabilimento produttivo altamente sviluppato ed automatizzato, dove ogni singola attività ed ogni fase della lavorazione vengono gestite secondo il “FQPES” (Faral Quality and Production Excellence System).

 

CONTROLLI

Il procedimento della colata a pressione, convenzionalmente chiamata pressofusione, è l’arte di produrre getti pressando il metallo fuso in una forma dove solidifica con rapidità. Ciò significa uniformità dei pezzi, spessori sottili, profili nitidi e superfici levigate. La lega di alluminio viene iniettata a 500 atmosfere e ad alta velocità nelle macchine stampatrici prima che i radiatori passino all’assemblaggio e alla verniciatura.
Pulizia quotidiana dei forni, controlli visivi e collaudi a campione per rilevare eventuali imperfezioni, sono solo alcune delle tappe che i prodotti FARAL devono superare nell’applicazione rigorosa del controllo qualità.

 

MATERIALI

I radiatori Faral sono prodotti con lega di primaria qualità. La denominazione conforme alla normativa italiana con cui viene designata la lega utilizzata da FARAL è UNI 5076-74, mentre in base alla norma europea EN 46100 la nuova identificazione è EN 132/12 Al Si9 Cu. La qualità della lega di alluminio, già certificata al momento della fornitura dei pani, è costantemente verificata con lo spettrometro di massa. A questi controlli fanno seguito prelievi di controllo sistematici, così come test per la determinazione del contenuto di gas nella lega fusa.

 

AUTOMAZIONE


Smerigliatura, saldatura, filettatura e lamatura sono le operazioni che precedono l’assemblaggio degli elementi in batterie a seconda delle esigenze del cliente, da 4 fino a 15 elementi. L’elevato livello di automazione di queste lavorazioni, nonché la presenza costante di operatori con compiti specifici di sorveglianza e controllo, consentono di ottimizzare il livello qualitativo della produzione e di diminuire i rischi di scarto alle lavorazioni successive.

 

VERNICIATURA

I radiatori FARAL sono sottoposti a un procedimento di doppia deposizione e cottura dei pigmenti utilizzati e a una serie di controlli esclusivi che garantiscono il rispetto dei tempi di permanenza di ogni singola stazione di lavorazione anche in caso di black out. Ciò significa assoluta stabilità delle caratteristiche del radiatore finito. Inoltre le vernici utilizzate da FARAL per la ricopertura dei propri radiatori sono certificate come atossiche e, quindi, innocue. Quelle utilizzate per la verniciatura finale rientrano ampiamente nei limiti prescritti per i prodotti usati per la verniciatura dei giocattoli. Ciò significa che in caso di incendio la reazione al fuoco dei radiatori FARAL non procura sviluppo di vapori o fumi tossici.

 

CONVERSIONE

All’esclusivo ciclo di pretrattamento delle superfici interne ed esterne fa seguito un complesso ciclo di sgrassaggio alcalino ad alta temperatura, disossidazione acida e il trattamento di conversione. In questo passaggio fondamentale la superficie di alluminio viene convertita in un film inerte di ossido di alluminio legato chimicamente al prodotto passivante. Il mantenimento di parametri di controllo molto ristretti garantisce l’assoluta mancanza di residui salini sui pezzi trattati così come la formazione e l’accumulo di gas all’interno dell’impianto.